Fate Largo- Giambellino

Progetto Fate Largo_Giambellino Milano

Il progetto Fate Largo nasce da una rete di professionisti e associazioni che si è posta l’obiettivo di rigenerare l’area di Largo Balestra, nel quartiere Giambellino (Milano): l’area è attualmente sottoutilizza e in stato di degrado, ma sono state individuate grandi potenzialità.
Il progetto è stato proposto all’interno del Bilancio Partecipativo di Milano 2018 (MUNICIPIO 6) e ha ottenuto il finanziamento di 200.000 euro per la sua riqualificazione (nuovi arredi e aree funzionali e riqualificazione degli spazi esistenti).

Per realizzare un vero e proprio progetto di Rigenerazione Urbana, il progetto è frutto di un continuo lavoro di coinvolgimento della cittadinanza e di realtà sociali, che avranno il compito di animare lo spazio trasformandolo in un vero e proprio “bene comune” da valorizzare collaborativamente. Per questo è stato firmato un innovativo Patto di Collaborazione con la Pubblica Amministrazione per regolare le dinamiche di un progetto a più “attori”.

Il nostro motto è “Largo alla bellezza”, progettando nuovi spazi di qualità all’insegna dell’accessibilità e della sicurezza, che promuovano il gioco e lo sport. “Largo alle attività”, coordinate e promosse dalle associazioni e cittadini attivi per creare momenti di socialità e integrazione. “Largo alla musica”, attraverso un palcoscenico che permetterà ai ragazzi della scuola di musica Rinascita di proporre concerti a cielo aperto. “Largo alle idee”, ascoltando le necessità e le idee delle diverse comunità presenti della zona che diventeranno fondamentali nei processi decisionali. Immaginiamo quindi una “costruzione” collettiva e partecipata dello spazio capace di creare identità e senso di appartenenza.

Il compito di Needle è quello di curare in autonomia l’intero progetto di rigenerazione partendo dal  coinvolgimento del quartiere per l’ottenimento di feedback e specifici interessi, al supporto nella scrittura del Patto di Collaborazione, per arrivare poi alla scelta e realizzazione di soluzioni per l’ arredo urbano: da strategie  di “urbanismo tattico” e allestimenti leggeri per una prima attivazione temporanea degli spazi, fino al dialogo con i tecnici comunali per la realizzazione del progetto “definitivo” riguardante l’area verde.

Guarda il video del progetto

Aggiornamenti:

A maggio è stato finalmente firmato tra le Associazioni e L’Amministrazione pubblica il Patto di Collaborazione per l’attivazione temporanea dello spazio attraverso attività organizzate, arredi leggeri e strategie di “urbanismo tattico”. Il ruolo di Needle è stato quello di coordinare le realtà sociali nell’attuazione del patto e progettare e realizzare gli allestimenti e arredi temporanei che sono serviti a fornire il primo palinsesto di elementi utili allo svolgimento delle attività.

Il progetto continua: ora siamo strutturando ulteriori eventi e momenti aggregativi e parallelamente stiamo sviluppando il progetto “definitivo” dell’area verde con le realtà locali e Pubblica Amministrazione, coordinando le scelte per l’arredo urbano … A presto per altri aggiornamenti!

Immagini della prima fase di progetto: attivazione temporanea, esperimenti di “Urbanismo Tattico” e prime attività aggregative all’interno del “Patto di Collaborazione”