Mappatura collaborativa – Piante In.Festa

Mappatura collaborativa - Piante In.Festa

Il progetto Piante In.Festa si pone l’obiettivo di rifunzionalizzare uno spazio verde nel Comune di  Ischia, ovvero la pineta Nenzi Bozzi, situata nel cuore del comune ed appartenente ad un sistema più complesso di aree verdi pubbliche: il sistema delle pinete di Ischia.

La Pineta Nenzi Bozzi è un’oasi verde, risparmiata dalla crescita urbana al pari delle altre pinete presenti sul territorio ischitano, come la Pineta Mirtina, la Pineta degli Atleti e la Pineta di Fiaiano nel comune di Barano che, lette in un’ottica di sistema urbano, generano grandi potenzialità microclimatiche e di mobilita leggera.

La pineta rappresenta oggi un’area naturale con un elevata biodiversità, tuttavia, nonostante la sua importanza naturalistica, risulta sottoutilizzata e poco valorizzata, utilizzata prevalentemente come area di passaggio che collega il centro urbano alla spiaggia.

La raccolta delle percezioni degli utenti sullo spazio nell’indagine territoriale ha affrontato quindi alcune difficoltà, legate alla limitata fruizione dell’area da abitanti e turisti. Dalle interviste emerge, ciononostante, un particolare interesse delle associazioni presenti sul territorio all’uso dello spazio per attività ed eventi, che ha permesso l’individuazione di possibili interventi, vicini alle buone pratiche proposte dal tessuto associativo e volti ad aumentare la fruibilità della pineta e i suoi usi potenziali.

Le interviste, nel dettaglio, sono state condotte sul posto ed hanno analizzato il ruolo che la pineta ricopre all’interno del più ampio sistema delle pinete, focalizzandosi sui temi dell’accessibilità, della cura e della funzionalità di queste aree e sulla percezione degli stakeholders rispetto agli usi attuali e potenziali, o da potenziare, della Pineta Nenzi Bozzi. Contemporaneamente si è svolta la mappatura botanica, che nell’individuazione di buona parte delle specie arboree presenti, ha sottolineato la ricchezza naturalistica del luogo, anche in raffronto alle altre pinete dell’isola.

Mappatura collaborativa - Piante In.Festa

Per la realizzazione della mappatura, supportati da botanici esperti e dagli educatori della Casa sull’albero nel processo di ludificazione, il collettivo ha proposto “la caccia al tesoro botanico”, un gioco/espediente che ha arricchito la mappatura e coinvolto i bambini nella ricerca, rilievo e approfondimento delle specie, avvicinandoli alla conoscenza e alla tutela del ricco patrimonio della macchia mediterranea.

Dall’indagine con gli abitanti sul luogo, i giudizi di valore emersi vedono la Pineta in questione come uno spazio potenzialmente funzionale per diverse attività, prevalentemente legate alla fruizione del suo patrimonio naturale.

Dal punto di vista spaziale è facilmente accessibile, fornita di tre ingressi, il principale dei quali sito in Piazza San Giacomo, garantito da una scalinata che collega la piazza alla pineta.  Gli altri due, posizionati in via F. D’avalos e in via Emanuele Gianturco, secondari e laterali, la rendono attraversabile anche da persone con problemi di mobilità, non presentano infatti scalini e sono posizionati allo stesso livello della strada comunale. Si rileva che l’area nei mesi estivi gode di un buono stato di cura, garantito prevalentemente dall’intervento di addetti stagionali, incaricati per tre mesi all’anno della cura del verde nell’ambito di un progetto dei Servizi sociali del Comune, mentre verte in uno stato di scarsa manutenzione, a detta degli intervistati, nelle altre stagioni.

Mappatura collaborativa - Piante In.Festa

Alla richiesta di indicare quale funzione sia maggiormente conforme all’utilizzo della pineta, la maggior parte degli abitanti ha risposto con una preferenza verso il relax e il gioco. L’area ludica è infatti indicata come una delle principali funzioni attuali associate alla pineta, pur non essendo presente un’area gioco attrezzata con playground o attrezzature specifiche. Altri intervistati attribuiscono alla pineta ulteriori possibili funzionalità, come quella di area sportiva, prevalentemente per l’attività di jogging, e di area eventi, vista come un’ottima possibilità di fruizione dello spazio e un input per il proliferare di attività culturali nel Comune.

In ultima analisi le funzioni proposte a cui ispirarsi per la successiva realizzazione di arredi leggeri sono quelle di:

  • Area relax: intesa come uno spazio multifunzionale dove poter immergersi nella natura, studiare, leggere all’aperto, fare meditazione e rilassarsi all’ombra degli alberi.
  • Spazio per lo scambio ed il commercio: definito come un luogo dove poter organizzare eventi legati alle attività promosse dalle associazioni locali come il baratto di beni alimentari o la vendita di prodotti biologici, del territorio, di altra economia ed utilizzabile anche come aree picnic.
  • Mostre itineranti e istallazioni: suggestiva idea di utilizzare l’itera pineta come spazio espositivo all’aperto allestendola con soluzioni di design per consentire l’organizzazione di mostre temporanee e la promozione dei giovani artisti dell’isola.
  • Area eventi (cinema; eventi bambini; laboratori): uno spazio attrezzato che possa ospitare rassegne e piccoli eventi musicali o teatrali all’aperto.
Mappatura collaborativa - Piante In.Festa

Il collettivo Needle in ragione di quanto emerso dall’attività di ricerca e dall’ascolto dei bisogni degli stakeholder, rapportato alle possibilità fattuali ed economiche del progetto e alla scelta di operare in autocostruzione, intende quindi dare seguito alla prima fase, concentrandosi sulla realizzazione di un’area relax con book sharing, un’area pic-nic e per la convivialità, espositori e arredi per lo scambio alimentare. Questi sono i primi semi per la trasformazione della pineta da luogo di passaggio a luogo di vita, ricco di bellezza naturale e animato dagli attori del territorio. L’ulteriore approfondimento e la successiva pubblicazione della mappatura botanica rappresenterà un altro rilevante strumento di promozione della Pineta Nenzi Bozzi incrementando la consapevolezza degli abitanti di Ischia sulle enormi potenzialità di quest’area.

Per maggiori informazioni puoi visitare il sito www.sipuofare.net o seguirci sui nostri social : https://www.facebook.com/needlecrowd